Costituzione

L’articolo 3 della Costituzione afferma che una persona non può essere discriminata in base alla sua religione. La mia religione, il Cristianesimo è basata su testi sacri, in particolare San Paolo, che condannano la sodomia, l’atto tra due uomini, come gravissimo. Un cristiano deve ogni istante condannare la sodomia. Se a un cristiano viene impedito di condannare la sodomia, la sua libertà religiosa è stata annientata, come se si costringesse un ebreo a mangiare maiale. Quindi la legge sull’omofobia non si può fare e non si farà.
L’omofobia cristiana, l’amore per le persone e il disprezzo assoluto per la pratica inaccettabile della sodomia, sono un diritto costituzionale, e un dovere per il cristiano. La riprovazione ferma per le persone che commettono gli atti sodomitici è un dovere cristiano che manifesta l’amore per queste persone ed è quindi sancito dall’articolo 3.
Silvana De Mari.

@SanPaoloiscool#